testata curtatone2018

 

 

Piazza Corte Spagnola 3, Montanara di Curtatone 
46010 Curtatone - Mantova

P.IVA 00427640206
Fax 0376 358169 PEC: comune.curtatone@legalmail.it

  • Home
  • News & Eventi
  • News dagli Uffici
  • News
  • PRESENTATI IL BOZZETTO E LA GIURIA DEL 46° INCONTRO NAZIONALE DEI MADONNARI - CONFERMATO PRESIDENTE IL DIRETTORE DI PALAZZO DUCALE DI MANTOVA PETER ASSMANN
Giovedì, 07 Giugno 2018 12:19

PRESENTATI IL BOZZETTO E LA GIURIA DEL 46° INCONTRO NAZIONALE DEI MADONNARI - CONFERMATO PRESIDENTE IL DIRETTORE DI PALAZZO DUCALE DI MANTOVA PETER ASSMANN

locandina grazie definitiva

Ѐ il maestro Madonnaro Federico Pillan di Verona, vincitore dell’edizione 2017, l’autore del bozzetto del manifesto per il 46° Incontro nazionale dei Madonnari, previsto per l’edizione 2018 dell’Antichissima fiera delle Grazie.  L’immagine rappresenta un eremita o una persona solitaria che è in atteggiamento di meditazione o in preghiera, all’ombra di un albero sulla riva del lago di Grazie. «Ho scelto un eremita – ha detto Federico Pillan - per trasmettere una emozione o una sensazione di serenità. Trovo che troppo spesso la religione dia troppa importanza al dolore, alla espiazione e al peccato quando invece credo che porti alla serenità. La scelta dell’eremita è perché io come altri pittori sto bene da solo. La Madonna delle Grazie si specchia nell’acqua del lago perché l’acqua mi piace come elemento». Lo stile pittorico scelto da Pillan prevede una pittura solo accennata perché come lui stesso ha spiegato, vuole andare verso uno stile di pittura più istintivo, più gestuale perché vale più di tante altre finiture o orpelli.

DSC 0898

Il vice sindaco di Curtatone Federico Longhi, assieme al sindaco Carlo Bottani, ha presentato la giuria di 9 esperti del prossimo incontro nazionale dei Madonnari:


Peter Assmann presidente di giuria.
  Presidente di Giuria del 46° Incontro nazionale dei Madonnari nell'ambito dell’Antichissima Fiera delle Grazie 2018 è Peter Assmann, 54 anni, storico dell'arte, nominato dal Ministro dei Beni Culturali Franceschini direttore di Palazzo Ducale a Mantova, il 18 agosto 2015. Austriaco, nato a Zams, nel Tirolo, ha compiuto i propri studi universitari a Innsbruck, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in storia dell'arte. Ha studiato e lavorato anche a Firenze, presso il Deutsches Kunsthistorisches Institut. Dal 2002 al 2012 è stato Presidente della Associazione dei musei austriaci (Museumsbund Österreich). Ha diretto l'Oberösterreichischen Landenmuseen di Linz e il Museo Angerlehner in Thalheim bei Wels e ha curato numerose mostre di livello internazionale. 
Insegna alla Johannes Kepler Universität di Linz e alla Università di Vienna. 
Dal 2011 è nel Comitato scientifico del Museo del Castello del Buonconsiglio di Trento

Paolo Bertelli, classe 1971, mantovano, storico dell’arte, è dottore di ricerca in Beni Culturali e Territorio e cultore della materia in Storia delle tecniche artistiche e del restauro presso il “Dipartimento Culture e Civiltà” dell’Università degli Studi di Verona.Nel settembre 2015 è stato nominato membro del Comitato Scientifico del Museo di Palazzo Ducale di Mantova.
Insegna nelle scuole di restauro della Regione Veneto.
Curatore di mostre, autore di monografie e saggi scientifici, ha partecipato a vari convegni internazionali. 
Nel 2012 ha fatto parte delle missioni di recupero delle opere d’arte nelle chiese della Diocesi di Mantova colpite dal sisma. 
Tra i suoi studi vanno segnalate la collana di volumi dedicata all’iconografia gonzaghesca, in corso di pubblicazione, lo studio delle sepolture dei Gonzaga e la ricostruzione delle statue dei guerrieri del Santuario della B. V. delle Grazie attraverso l’uso delle parti delle armature recentemente rinvenute nel contesto di un progetto internazionale.

Mons. Giancarlo Manzoli, nato a Ostiglia (MN) nel 1937, è sacerdote dal 1961.
Ha conseguito la licenza in Diritto Canonico presso l’Università Gregoriana in Roma e il Diploma in Paleografia Archivistica e Diplomatica presso l’Archivio Segreto Vaticano. Canonico onorario del Capitolo della Cattedrale, è attualmente Direttore dell’Ufficio diocesano per i beni culturali e Direttore dell’Archivio Diocesano.

Attilio Gelati, classe 1939, maestro artigiano decoratore, Attilio Gelati è attualmente consulente ed insegnante di Decorazione muraria presso la Bottega Scuola Artigiana UPA di Mantova, di cui è co-fondatore. Dal 2009 fa parte della Commissione C.P.A. (Commissione Provinciale dell’Artigianato) presso la Camera di Commercio di Mantova e collabora come Docente alla Formazione presso la Scuola Provinciale Edile di Mantova. E' inoltre docente presso l’Istituto Cometa di Como.
Tra i numerosi riconoscimenti a lui conferiti, si evidenziano il titolo di Senatore dell’Artigianato Lombardo (da parte di Confartigianato Lombardia) e la prestigiosa distinzione onorifica di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, conferito con decreto del Presidente della Repubblica.

Fausto Salomoni, classe 1949, vive a San Silvestro (MN).
Inizia giovanissimo le esperienze nel campo della pittura e grafica. La sua attività si svolge in diversi settori dell'arte figurative, prima come surrealista, poi come pittura su vetro. L'attività di produzione di Quadri Design, Arte Arredamento inizia nel 1978.La sua arte è frutto di ricerca e di sperimentazione di tecniche innovative. 
Ora in pensione, ha intrapreso l'attività di scrittore con la pubblicazione del libro dal titolo "Le quattro perle", edito da Sometti.

Carlo Beduschi, Presidente in carica del Centro Italiano Madonnari (CIM), ha iniziato la sua vita amministrativa a Curtatone, dove nel tempo è stato Consigliere (1980/1985), Assessore all'Urbanistica (1985/1990), Assessore ai Lavori Pubblici e Vice-Sindaco (1994/1995) ed infine Sindaco dal 1995 al 1999.
Ha ricoperto inoltre l’incarico di Presidente del Parco del Mincio dal 1996 al 2002 e di Vice Presidente dell’Azienda Provinciale del Turismo negli anni 2003 e 2004.
Eletto Consigliere Provinciale dal 2001 al 2011, ha presieduto prima la Commissione Lavori Pubblici e, successivamente, la Commissione Ambiente.

Paola Artoni si è laureata in Lettere Moderne presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Verona con una tesi su “Il Santuario della B.V. delle Grazie presso Curtatone (Mn) – L’impalcato ligneo e l’apparato scultoreo”. Conseguito il dottorato di ricerca, è diventata cultore della materia per le cattedre di “Storia delle Tecniche artistiche” e “Storia del Restauro” e, dal 2011, è docente del Corso di introduzione alla Diagnostica per i Beni Culturali presso l'Università di Verona. Dal 1999 al gennaio 2010 ha lavorato presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza di Mantova, Brescia e Cremona – sede di Palazzo Ducale di Mantova.Dal 2010 è Funzionario tecnico dell’Università degli Studi di Verona – Dipartimento di Arte, Storia e Società – e si occupa del Laniac (Laboratorio di Analisi Diagnostiche Non Invasive per l’arte antica, moderna e contemporanea). È stata Presidente del C.I.M. (Centro Italiano Madonnari) fino al giugno 2014 ed attuale direttrice del restaurato Museo dei Madonnari di Grazie. 

Le due novità dell’edizione 2018 sono:


Renata Casarin, vice direttrice di Palazzo Ducale 

Maria Cristina Cottarelli, maestra Madonnara e docente della Scuola comunale di Arte Madonnara di Grazie e che ha partecipato alla riqualificazione del Museo dei Madonnari. Cristina Cottarelli è nata e risiede a Mantova, in Italia. Ha iniziato da ragazza la sua carriera di autodidatta in un laboratorio d’arte, operando in vari stili pittorici dalla icone russe, dipinti classici rinascimentali, pittura su vetro. Studiosa d’arte del Rinascimento italiano e della pittura fiamminga. Questi stili di pittura hanno influenzato il suo lavoro artistico durante questi anni. Nel 1983 la sua prima partecipazione all'Incontro Nazionale dei Madonnari. La Cottarelli ha svolto la sua attività di artista in molte manifestazioni presso le più importanti città Italiane, come Venezia, Brescia ,Genova, Milano, Loreto, San Marino, Roma, con lavori artistici di grande rilievo. Ha restaurato affreschi della scuola del Mantegna con il Professore Melli, noto restauratore. Le sono stati commissionati dipinti destinati al Santissimo Papa Giovanni Paolo II, durante le sue visite pastorali a Ferrara e a Mantova. Nel 1989, con altri pittori di strada, ha lavorato a Madrid. Nel 1992 ha partecipato fuori concorso al Festival con una suggestiva opera di anamorfismo in gruppo con Kurt Wenner e Mariano Bottoli. Il gruppo poi prenderà nome, Nova Maniera e farà un tour con altri artisti nelle maggiori cittadine del Lago di Garda. Partecipa sempre con Kurt Wenner nel 1993 a Portland (USA) con opere indipendenti, e nel 2010 sempre a Portland (USA), Oregon, al Festival Italiano sempre invitata come artista italiana. Nel 1995 le è stato commissionato un lavoro per la città di Dortichem, in Olanda, dove aveva già lavorato nel 1994 e, nel 1997 ha partecipato con opere distinte all’importante Festa di Santa Rosa a Viterbo.

DSC 0909